Storia della rivista

La rivista nasce nel 1955 con il nome "Notizie AIB. Bollettino dell'Associazione italiana biblioteche"; nel 1961 assume il nome di "Bollettino d'informazioni. Associazione italiana biblioteche", che mantiene fino al 1991.

Dal 1992 al 2011 una nuova serie prende la denominazione "Bollettino AIB. Rivista italiana di biblioteconomia e scienze dell'informazione" e viene accompagnata da una versione elettronica.

Dal 2012 il titolo viene cambiato in "AIB studi. Rivista di biblioteconomia e scienze dell'informazione", che esce come periodico elettronico.

La storia della rivista è riportata anche negli articoli seguenti:

Vilma Alberani; Paola De Castro; Elisabetta Poltronieri, Il «Bollettino» dell'Associazione italiana biblioteche dal 1961 al 1997: uno strumento di informazione, di formazione e di cooperazione, «Bollettino AIB», 39 (1999), n. 1-2, p. 9-38, <http://bollettino.aib.it/issue/view/519/showToc>.

Roberto Raieli, Volere è potere: AIB studi e il percorso verso l’open access, «AIB studi», 57 (2017), n. 3, p. 543-572, <http://aibstudi.aib.it/article/view/11705>.

 

Le Redazioni di "AIB studi":

Redazione 2018

Redazione 2017

Redazione 2016

Redazione 2015

Redazione 2014

Redazione 2013

Redazione 2012