Temi e analisi

Buone pratiche di integrazione in biblioteca: i sistemi bibliotecari di Roma e Amburgo


Abstract


In società complesse come quelle di oggi, dove le comunità cittadine si fanno sempre più variegate, le biblioteche pubbliche possono svolgere un’importante funzione nel coadiuvare i processi di integrazione.
L’articolo presenta le osservazioni emerse durante una ricerca qualitativa che ha coinvolto due sistemi bibliotecari urbani: le Biblioteche di Roma e le Hamburger Bücherhallen, le biblioteche della città di Amburgo. Attraverso l’analisi di alcune buone pratiche emerge il ruolo sociale e di educazione interculturale svolto dalla biblioteca pubblica, oltre che il suo impegno a declinare il processo di integrazione in maniera bidirezionale. In entrambi i casi presi in esame le biblioteche, partendo dal basso, hanno saputo dare una risposta a esigenze espresse dalla comunità e per le quali non c’era stato un intervento tempestivo da parte del governo. In questo modo hanno assunto un ruolo essenziale e riconosciuto nel contesto cittadino, diventando presidi di integrazione e di scambio interculturale. La biblioteca è un luogo accogliente e aperto a tutti, e nella sua apertura riesce a dare cittadinanza anche a chi formalmente ancora non ce l’ha.


Parole chiave

integration; public library; interculture

Full Text

PDF HTML


DOI: http://dx.doi.org/10.2426/aibstudi-11518

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM


ISSN: 2280-9112
E-ISSN:
2239-6152