Temi e analisi

Bibliotecari, bibliometria e valutazione della ricerca: riscoprire una competenza per valorizzare una professione


Abstract


Una delle questioni al centro del dibattito accademico degli ultimi anni è quella della valutazione della ricerca. Nel futuro prossimo infatti la ricerca sarà sempre più influenzata dalle procedure di valutazione, che decidono la ripartizione dei finanziamenti pubblici e si avvalgono di strumenti mutuati dal mondo della ricerca stessa: la peer review (metodo qualitativo) e la bibliometria (metodo quantitativo). Quest'ultima però è stata sviluppata sulla base delle cosiddette “scienze dure” ed è attualmente impossibile da applicare alle scienze umane. Per questa ragione, i bibliotecari dovrebbero riscoprire le loro competenze bibliometriche – originariamente sviluppate proprio all'interno delle biblioteche – per supportare la professione. Scopo dell’articolo è ribadire il legame esistente tra biblioteconomia, bibliografia e bibliometria, evidenziando il ruolo di supporto che i bibliotecari possono ricoprire anche nell’ambito della valutazione della ricerca. La bibliometria si presenta perciò come un’opportunità per arricchire e valorizzare la professione anche al di fuori dei servizi classici offerti dalle biblioteche.


Parole chiave

bibliometric methods; research assessment; role of libraries

Full Text

PDF HTML


DOI: http://dx.doi.org/10.2426/aibstudi-9497

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM


ISSN: 2280-9112
E-ISSN:
2239-6152