Proposte

Proposte online

Hai già Username/Password per AIB studi?
Vai al Login

Ti serve Username/Password?
Vai alla Registratione

Registratione e login sono richiesti per sottoporre articoli e verificare online lo stato delle proposte inviate.

 

Linee guida per gli autori

Submission

I contributi inviati ad AIB Studi attraverso la procedura di deposito online devono rispettare alcuni requisiti, descritti in queste linee guida.

Per facilitare la procedura di submission è stata preparata una breve guida (estratto della guida OJS in un’ora).

AIB Studi accetta contributi di tipo diverso per le diverse sezioni della rivista. Gli autori sono invitati a scegliere la sezione più adatta per la loro proposta in fase di submission e a seguire strettamente i limiti indicati per ciascuna sezione.

AIB Studi ospita contenuti in qualsiasi lingua, anche se preferibilmente in italiano e inglese.

Per questo motivo chiediamo agli autori di fornire sempre una versione inglese dei metadati delle loro proposte, oltre a quelli forniti nella lingua del contributo (es. italiano). In fase di submission, infatti, il sistema presenta, in cima a ogni pagina in cui sia necessario, una tendina per cambiare la lingua dei dati inseriti nel modulo (da non confondere con l'analoga tendina per cambiare lingua a tutta l'interfaccia, situata nella colonna di destra): una volta inseriti i metadati obbligatori e facoltativi, l'autore dovrà cambiare lingua e completare la compilazione inserendo i metadati mancanti nella lingua prospettata prima di salvare e di procedere allo step successivo della submission.

I metadati obbligatori, contrassegnati da un asterisco (*), sono Cognome, Nome e Indirizzo email dell'autore, Titolo del contributo e abstract.

Il documento allegato alla submission deve essere anonimo e privo di riferimenti interni che possano svelare il nome dell'autore.

Per ogni contributo l'autore è invitato anche a proporre alcune parole chiave per l'indicizzazione.

L'autore è invitato inoltre ad arricchire il proprio profilo in fase di submission, indicando ad esempio la propria affiliazione, il sito web o simili indicazioni; l'indirizzo di posta elettronica di ciascun autore è obbligatorio.

I contributi devono essere proposti nei più comuni formati di elaborazione testi (.doc, .docx, .rtf).

Norme redazionali

Gli articoli (mediamente 15-20 cartelle di 30 righe per 60 battute, pari a circa 30.000-40.000 caratteri spazi compresi) vengono sottoposti al giudizio di esperti e la Redazione si riserva il diritto di eseguire piccoli interventi formali sul testo, anche per uniformarlo alle norme redazionali.

Gli articoli devono essere accompagnati da un abstract (1.500/2.000 battute spazi compresi) in italiano e in inglese, che verrà riveduto e, se necessario, integrato dalla Redazione.

Informazioni sull’occasione o le circostanze del lavoro, insieme ad eventuali ringraziamenti, vanno inseriti nella nota al piede della prima pagina, insieme all’indirizzo completo dell'autore.

Nel caso vengano citati indirizzi web, si raccomanda di indicare la data dell'ultima consultazione.

Per le note e per i riferimenti bibliografici il sistema da utilizzare è quello umanistico, ossia numeretto in apice (nel punto in cui vengono riportate idee, parole, citazioni, riferimenti) e note a piè di pagina.

A fine testo può essere fornita una lista bibliografica dei testi citati e di quelli consultati ma non citati (further reading). 

Per conseguire la maggiore uniformità e regolarità di presentazione dei contributi, i collaboratori sono pregati di attenersi alle norme redazionali. Gli originali non sufficientemente corrispondenti saranno rinviati agli autori per le opportune correzioni.

I diritti su tutto ciò che viene pubblicato appartengono all’Associazione italiana biblioteche. La riproduzione degli abstract è libera.

Per qualsiasi altra informazione o chiarimento, scrivete alla Redazione.

Indicizzazione

Abstract

L'abstract, in italiano e in inglese, in quanto breve e accurata sintesi del contenuto di un documento, dovrà avere la lunghezza di 1.500/2.000 battute spazi compresi.

Dovrà esporre gli argomenti trattati in modo chiaro ed esaustivo e secondo una struttura che, nel rispetto dell’ordine logico del documento primario, preveda un'ideale partizione in tre sezioni:
1. Scopo
2. Metodologia
3. Risultati

Si suggerisce di usare la terza persona o la forma impersonale e di evitare qualsiasi riferimento biografico all'autore.

Keywords

Al momento della submission all'autore si chiede di inserire 3 parole chiave, in lingua inglese, significative degli argomenti trattati nel testo.

Modifiche ad articoli pubblicati

La pubblicazione online rappresenta la pubblicazione ufficiale di risultati di ricerca. Non appena un articolo è pubblicato online diviene immediatamente utilizzabile e citabile. Se venissero apportati cambiamenti, si genererebbe facilmente confusione, poiché altri autori potrebbero citare versioni diverse della medesima pubblicazione.

Per questo motivo AIB Studi ha deciso di non avvalersi della possibilità di modificare la pubblicazione online semplicemente sostituendo il file di un articolo con una versione aggiornata.
Dopo la pubblicazione online, ulteriori cambiamenti sono possibili solo in forma di Erratum, che viene collegato all'articolo con un link ipertestuale.

 

 

Informativa sui diritti

Questa è una rivista ad accesso aperto, non richiede abbonamenti nè costi di lettura.

Creative Commons LicenseGli articoli ad accesso aperto di questa rivista sono pubblicati sotto la licenza Creative Commons "Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate".

Eventuali contenuti riservati sono sottoposti alla seguente disciplina:
In aggiunta alle libere utilizzazioni previste dalla Legge italiana sul diritto d’autore (L. 633/1941 e successive modifiche), l’AIB, titolare del diritto di disporne, rende libere le seguenti utilizzazioni delle proprie pubblicazioni, rinunciando per esse a qualsiasi forma di compenso:

  • la copia a scopo di studio personale, comunque effettuata e senza limiti quantitativi o di formato;
  • il prestito e l’invio di riproduzioni (document delivery) effettuato da biblioteche e altri istituti culturali accessibili al pubblico, senza limiti quantitativi o di formato;
  • la copia e la distribuzione su supporto cartaceo o su supporto elettronico locale, per finalità didattiche, scientifiche e documentarie, con esclusione di qualsiasi finalità commerciale;
  • la lettura in pubblico a scopo illustrativo e non commerciale.