Una Biblioteca tra storia e scienza

Autori

  • Sonia Cavirani Università di Camerino

DOI:

https://doi.org/10.2426/aibstudi-11159

Parole chiave:

library history, science libraries, botanic gardens libraries

Abstract

La Biblioteca di botanica dell'Università di Camerino – nata nel 1828 per volontà di Vincenzo Ottaviani, fondatore dell'Orto botanico – ha visto crescere le sue collezioni coerentemente con gli interessi scientifici dei vari docenti, i mutamenti metodologici nella didattica e nella sperimentazione pratica, le passioni politiche che avrebbero portato alle rivoluzioni in Europa, e i problemi istituzionali di una piccola università italiana dalla storia secolare e complicata. L'analisi dell'inventario storico della Biblioteca, in cui compaiono alcuni testi fondamentali per le scienze naturali acquistati nel corso dell'Ottocento, ha permesso di ripercorrerne la storia e individuarne le linee di sviluppo, del tutto coerenti con le innovazioni scientifiche di quel secolo e con lo scambio internazionale di conoscenza proprio della cultura universitaria.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Biografia autore

Sonia Cavirani, Università di Camerino

Consulente

Downloads

Pubblicato

2015-02-18

Come citare

Cavirani, S. (2015). Una Biblioteca tra storia e scienza. AIB Studi, 55(2). https://doi.org/10.2426/aibstudi-11159

Fascicolo

Sezione

Profili