ISSN e i suoi fratelli: la lunga marcia dei codici internazionali. Prima parte. UNESCO, ISO e il primogenito

Autori

  • Flavia Cancedda Consiglio nazionale delle ricerche

DOI:

https://doi.org/10.2426/aibstudi-11185

Parole chiave:

ISSN, serials, international identifier codes

Abstract

Il sistema dell’identificazione bibliografica internazionale tramite codici numerici compie quarant’anni. L’UNESCO e l’ISO hanno collaborato per decenni nel diffondere e sostenere questa modalità di rintracciamento editoriale. Il codice ISSN per le pubblicazioni in serie fu il primo a essere standardizzato con la norma ISO 3297 del 1975. L’articolo ripercorre le tappe salienti della sua espansione internazionale per poi accennare brevemente al panorama complessivo dei molti altri codici identificativi editoriali creati dopo l’ISSN. Le sue enormi potenzialità informative, qui appena tratteggiate, verranno descritte più in dettaglio nella seconda parte dello studio.
(Questo articolo è la prima parte di un contributo più esteso. La seconda parte sarà pubblicata sul numero 3/2015 della rivista)

 

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Biografia autore

Flavia Cancedda, Consiglio nazionale delle ricerche

Centro italiano ISSN (responsabile)

Downloads

Pubblicato

2015-03-09

Come citare

Cancedda, F. (2015). ISSN e i suoi fratelli: la lunga marcia dei codici internazionali. Prima parte. UNESCO, ISO e il primogenito. AIB Studi, 55(2). https://doi.org/10.2426/aibstudi-11185

Fascicolo

Sezione

Materiali