Strumenti e metodi di innovazione nel panorama dell’open science: l’open peer review

Autori

  • Maria Cassella Università degli Studi di Torino

DOI:

https://doi.org/10.2426/aibstudi-11714

Parole chiave:

open peer review, scholarly communication, research assessment

Abstract

L’articolo si propone di offrire una prima riflessione sulle pratiche della revisione paritaria aperta, ovvero l’open peer review (OPR), un termine cappello che racchiude diverse modalità alternative di revisione ‘aperta’ tra pari, la cui diffusione nella comunicazione scientifica, favorita dalla tecnologia e dalla scienza aperta, richiede un cambio di paradigma. L’OPR migliora il processo di revisione rendendolo più aperto e trasparente, inoltre contribuisce a superare i limiti della revisione anonima. Nel presente contributo l’autrice riflette anche sul tema della qualità dell’OPR, al fine di capire se quest’ultimo abbia una valenza qualitativa superiore alle forme di revisioni anonime. Grazie alla revisione partitaria aperta, la peer review riacquista il valore di servizio per le comunità di ricerca, esaltando in tal modo il dialogo tra scienziati all’interno della stessa disciplina e tra discipline diverse.

 

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Downloads

Pubblicato

2018-06-25

Come citare

Cassella, M. (2018). Strumenti e metodi di innovazione nel panorama dell’open science: l’<em>open peer review</em>. AIB Studi, 58(1). https://doi.org/10.2426/aibstudi-11714

Fascicolo

Sezione

Intersezioni