Giulio Einaudi, le biblioteche, il sistema del libro: storia, modelli, prospettive a partire da Come un ministro per la cultura di Chiara Faggiolani

Autori

DOI:

https://doi.org/10.2426/aibstudi-13229

Parole chiave:

Giulio Einaudi, storia dell'editoria, storia culturale d'Italia

Abstract

Il contributo propone alcune riflessioni sui contenuti del libro di Chiara Faggiolani Come un ministro per la cultura: Giulio Einaudi e le biblioteche nel sistema del libro (2020), dedicato alla personalità intellettuale ed editoriale di Giulio Einaudi, e in particolare alle relazioni tra il ‘progetto Dogliani’ e i diversi ambienti del ‘sistema del libro’ dei primi anni Sessanta del Novecento in Italia. Il progetto, concretizzato con l’inaugurazione nel 1963 della Biblioteca Luigi Einaudi, evidenzia il tentativo di integrare organicamente lo spazio architettonico, le collezioni e la gestione dei servizi. Collante di questa integrazione fu la visione di Giulio Einaudi, nella quale confluirono la passione del padre per i libri, nonché il carisma e le straordinarie intelligenze dei componenti del gruppo di ‘einaudiani’ protagonista della stagione culturale di un’Italia che si confrontava faticosamente con imponenti trasformazioni culturali, economiche, politiche e sociali.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Downloads

Pubblicato

2021-11-07

Come citare

Vivarelli, M. . (2021). Giulio Einaudi, le biblioteche, il sistema del libro: storia, modelli, prospettive a partire da Come un ministro per la cultura di Chiara Faggiolani. AIB Studi, 61(2), 375–385. https://doi.org/10.2426/aibstudi-13229

Fascicolo

Sezione

Il libro